Ambientazione tempio di pietra – braciere e colonne

Inizio l’articolo di oggi con un po’ di pubblicità. Chi mi segue anche su facebook ha visto che settimana scorsa ho chiesto aiuto per aggiungere visualizzazioni al negozio di etsy. Purtroppo devo dire che in questi mesi da quando ho aperto il sito non ho visto quella crescita che invece mi sarei aspettato, anche se questo non significa che lascerò perdere. Vedrò invece di chiedere più spesso il vostro aiuto. Quello che mi serve è semplicemente che visitiate il negozio di etsy, e magari aprire anche solo gli articoli in vendita, dandogli visualizzazioni. Ovviamente se poi trovi qualcosa di interessante nessuno vi ferma!

Non so quanto possa servire, ma se funziona che più visualizzazioni hai e più vieni mostrato bene nella ricerca, allora ho decisamente bisogno del vostro aiuto.

Inoltre, se siete interessati potete anche seguirmi su Instagram.

Infine, come ultima richiesta, vorrei dei pareri. Gli articoli come vi sembrano= Ci sono sezioni pesanti o che non spiego a sufficienza? Cosa vi interessa sapere di più riguardo i lavori? I video vanno bene? Ogni consiglio o parere, purché costruttivo è ben accetto, sia inerente agli articoli che alla struttura del sito.

Finita questa introduzione andiamo a vedere di cosa trattiamo oggi. Dopo un paio di settimane torniamo a vedere l’ambientazione del tempio di pietra, questa volta con un braciere e delle colonne. Premetto subito, che come già successo con le pareti, le colonne possono essere viste sia come prodotti finiti che come prototipi, come basi per lavori più elaborati. L’idea è quella più avanti di aggiungere delle torce, e magari anche qualche altro adornamento che potrebbe venirmi in mente.

Inoltre colgo anche l’occasione per mostrare alcune colonne che ho fatto in passato. Infatti le colonne che vedremo non saranno altro che delle revisioni fatte meglio delle prime versioni.

Nel video ne ho messe alcune per non renderlo troppo lungo e monotono.

Nell’articolo vedremo prima le nuove versioni e poi quelle vecchie. Considerate che le nuove versioni hanno modifiche minori, quindi il metodo di creazione delle versioni nuove e vecchie è interscambiabile.

Braciere

Introduzione

Il braciere non mi ha richiesto molto lavoro rispetto alla prima versione, in quanto mi sono limitato ad aggiungere la fiamma. Di questo ne ho provate due versioni: uno ha la fiamma stampata insieme al resto, quindi solidale al corpo, mentre nella seconda la fiamma è stata stampata separatamente, permettendo quindi con una sola miniatura di avere sia la versione accesa che spenta. Dopo aver stampato la fiamma separatamente però ho preferito tenere come versione ufficiale la prima versione. Infatti la fiamma è molto piccola e non è molto comoda da pitturare, oltre che avere un alto rischio di essere persa. Devo ammettere che però non ci sono stati problemi con la stampa, quindi la scelta di quale versione fare dipende prettamente dalla logistica.

Il modello 3D

Come appena detto, a questo ho solamente aggiunto la fiamma lasciando intoccato il resto. Ma vediamo come l’ho fatto.

Il corpo centrale è composto da un cubo modellato attraverso lo sculpt, con il pennello Sculpt/Draw, in sottrazione. Tracciando delle linee non regolari ho creato l’effetto della roccia. Nel processo era attivo dynotopo.

Sopra e sotto ho posizionato altri cubi a cui ho applicato bevel per smussarli, mentre il braciere vero e proprio è una semisfera con delle estrusioni verso l’interno per fare la concavità. Alternativamente si sarebbe potuta fare una semisfera, senza chiuderla con la faccia superiore e applicare il modifier solidify.

Infine la fiamma, con della legna ottenuta da dei cilindri e il fuoco, una sfera in cui alcuni vertici li ho spostati verso l’alto e l’esterno con il proportional editing attivato (premendo O).

Ho poi aggiunto un piccolo cilindro nella parte inferiore per aumentare la superficie di contatto con il piano di stampa per stamparla da sola.

La stampa 3D

Per la stampa ho utilizzato i layer alti 0.2mm, senza brim e senza supporti, dato che non sono necessari. La stampa ha richiesto circa 30 minuti.
Anche se la risoluzione della stampa non è molto elevata riesce comunque a riprodurre bene tutti i dettagli della roccia e della fiamma.

La pittura

Questo modello l’ho fatto e pitturato qualche tempo fa, quindi per pitturarlo non avevo ancora i nuovi grigi e ho usato una miscela. Inoltre ne ho pitturate due versioni differenti, usando:
Citadel

  • Abaddon black
  • Evil sunz scarlet
  • Yriel yellow

Tamiya

  • Marrone
  • Grigio

Miscela

  • 1:1 grigio e abaddon black
  • 1:2 abaddon black e grigio

Alla prima variante per prima cosa ho dato una base con l’Abaddon black, poi sulla parte in pietra ho usato la miscela di grigio più scura, mentre per il resto la miscela di grigio più chiara. Sono anche riuscito a pitturare i legnetti con il marrone, anche se non è stato particolarmente facile, mentre per fare la fiamma ho prima messo il giallo e poi qualche punta di rosso.

La seconda variante invece ha sempre una base di Abaddon black, usando la miscela più scura per le pietre, ma per il resto usando il grigio della Tamiya.

La differenza di colori delle pietre è dovuta al fatto che non ho rispettato bene i rapporti per la miscelazione.

>>Pagina successiva

Fede

Fondatore del sito e appassionato di stampa 3D. Mi piace creare principalmente miniature e ambientazioni per giochi gdr, oltre che piccoli gadget. Dal 2015 possessore di una prusa ephestus, tra un problema e l'altro stampo tutti i miei lavori.

Lascia un commento

Close Menu