Drago – miniatura gdr

Anche questa settimana propongo un lavoro che ho fatto tempo fa, ovvero il modellino dei draghi e il motivo è che ho fatto danni con la stampante. Chi mi segue su Instagram avrà visto che qualche tempo fa ho postato i rendering dei modellini delle mummie, che avrei dovuto preparare per oggi. Purtroppo, oltre a non aver calcolato bene i tempi per preparare l’articolo, ho voluto usarle come banco di prova per cambiare l’ugello della stampante, passando da quello classico dal diametro di 0.4mm a quello da 0.2mm.
Ovviamente l’ugello durante la rimozione si è rotto (devo ancora capire il procedimento per cambiarlo, anche se online lo fanno sembrare semplicissimo) e l’ugello nuovo non ha dato i risultati sperati. Quindi mi son trovato con la stampante momentaneamente fuori uso e pure senza le miniature che mi servivano.
Purtroppo pare ci siano anche da cambiare dei pezzi, in quanto ne ho rovinato le filettature e non so quando riuscirò ad essere nuovamente operativo, spero il prima possibile. Fino ad allora comunque posterò i miei lavori passati, o in caso aumenterò il tempo che intercorre tra un articolo e l’altro. Spero comunque che le riparazioni e la preparazione delle miniature richiedano meno di due settimane.

Detto questo passiamo alla miniatura del drago. Come anticipato è un vecchio lavoro, e come per il caso del golem di pietra, dato che l’ho fatto circa un anno fa con impostazioni della stampante differenti, qualcosa potrei dimenticarlo e/o sbagliarlo. Spero comunque di essere esaustivo e di non fare errori.

Introduzione

I draghi. In molte mitologie sono tra le creature più potenti, che portano distruzione e richiedono grandi sforzi per essere uccisi. Quindi come mi sarei potuto far sfuggire l’occasione di fare una tale creatura?
Dato che in quel periodo avevo appena finito di giocare a Sacred, bene o male per l’aspetto mi sono ispirato ai draghi di quel gioco, con qualche lieve differenza dato che, per quanto li apprezzassi, qualcosa non mi piaceva (tipo la bocca).
Le dimensioni le ho decise in corso d’opera. In D&D sono presenti in varie dimensioni, dalla più piccola a quella più grande, e avevo pensato a farne più versioni scalando il modello base. I primi modelli li avevo dimensionati per basette da 50 e 75mm, anche se poi quando ho visto le dimensioni del modellino, ho optato per fare solo la versione più piccola delle due.
Sempre in D&D (e quindi immagino anche nelle mitologie) i draghi sono di varie colorazioni, ma dato che creature del genere non le usiamo così spesso mi son limitato a due soli colori: il rosso e il nero.

(altro…)

Continue Reading

Balestrina

Ciao a tutti! Sono riuscito a fare l’articolo che avevo promesso la scorsa volta, ovvero la replica di una balestrina funzionante completamente stampata in 3D. Per l’occasione l’articolo sarà diviso in due parti, nella prima mostro come sono arrivato ad avere il prototipo funzionante, mentre nella seconda mostrerò la versione completa. Quindi, se non siete interessati a tutto il lavoro di prototipazione, una volta letta l’introduzione potete direttamente saltare alla pagina 2. Inoltre la prima parte sarà più discorsiva anziché divisa in paragrafi come solito.
Purtroppo per il lavoro non ho il video della modellazione in quanto è stato un progetto sviluppato come try&error. Detto questo andiamo a vedere come ho creato la balestrina!

Introduzione

Prima di parlare del mio lavoro devo ammettere che questa non è proprio una mia idea originale, nel senso che ci avevo fatto un pensierino del tipo “sarebbe bello fare una balestra funzionante”, ma effettivamente non mi sono messo a svilupparla finché su Instagram non ho visto 3dyazici51 che ne aveva fatta una piccolina funzionante.
Quando l’ho vista ho cercato di capire come fosse fatta la sua e ho riscontrato alcune cose che non mi piacevano, cose che ho voluto modificare nel mio progetto. Non per togliere nulla al suo lavoro (che trovo sia molto bello) ho notato che per tenere uniti i pezzi ha utilizzato delle viti e in un paio di casi le punte fuoriuscivano dal modello. Questa cosa mi ha fatto storcere il naso in quanto delle punte di viti sporgenti son sempre pericolose, soprattutto per un modello che si vuole portare in giro da far vedere ad amici o peggio a un pubblico generico. Inoltre a meno di non creare dei fori appositi come sede per le viti, non si ha una vera riproducibilità, in quanto le viti sono inserite “a caso”. Questo potrebbe anche creare problemi nel caso un pezzo si dovesse rompere e debba essere sostituito, in quanto sarebbe difficile reinserire una vite nello stesso punto.
Detto questo, il mio progetto doveva ovviare a questi problemi, quindi utilizzando al più dei perni in plastica.
Questo racconto ci tengo a farlo perché mostra il vero lavoro che sta dietro a ogni progetto di questo tipo. Credo che non esista nessuno che riesca a realizzare una cosa del genere al primo colpo, a meno di non averla già vista e che si limiti a ricopiarla. Con questa prima parte voglio trasmettere il messaggio di non pretendere che un progetto esca subito, qualche tentativo è sempre necessario. E come ho già detto, se vi sentiti bloccati nella risoluzione di un problema, parlatene con qualcuno.

(altro…)

Continue Reading

Grim reaper posa 2 – miniatura gdr

Ciao a tutti, dato che in questo periodo sono stato impegnato tra eventi associativi e creazioni con la stampante particolarmente lunghi (ma non troppo complessi), questa settimana mostrerò qualcosa di semplice. Prometto che se questa settimana l’articolo sarà un po’ scarno, recupererò con la prossima.
Inoltre, dopo avervi abituato a una pubblicazione costante alle 16.00, ho deciso di provare a modificare l’orario di pubblicazione spostandolo alle 18.00.
Ma andiamo a vedere il lavoro di questa settimana.

Introduzione

Oggi vedremo la seconda posa creata per il grim reaper. Dato che la creazione del modello l’ho mostrata in un articolo precedente, qui mi dedicherò solo alla messa in posa e la conseguente stampa. Anche in questo caso ho fatto tre versioni differenti, che però mostrerò tutte in una singola pagina.

(altro…)

Continue Reading

Spada portachiavi

Introduzione

Questo è uno di quei lavori che “capitano per caso”, mentre si sta facendo qualcosa e senza sapere come, ci si ritrova a fare tutta un’altra cosa.
Dopo i test con la daga, in cui la lama era composta da più pezzi, volevo provare un’arma la cui lama è fatta da un unico pezzo, quindi un pugnale o uno spadino, con la lama non più lunga di 20cm.
Durante i test avevo pensato a varie dimensioni possibili, tra cui alcune versioni da stampare in un unico pezzo. Tra queste c’erano delle spade lunghe circa 10cm, in cui ho notato che con un foro nel pomolo sarebbero potute essere perfette come portachiavi.
I portachiavi a forma di spada di cui parlerò oggi non sono altro che una versione riscalata del pugnale più grande su cui avevo iniziato a lavorare, ma che non ho mai finito.
Dato che ne ho anche fatto più versioni, con differenze minime tra l’una e l’altra, in questa prima pagina mostrerò solo la prima versione, mentre le altre le mostrerò nella pagina seguente.

Figura 1 – Il rendering della spada portachiavi che vedremo oggi

(altro…)

Continue Reading

Grim reaper – miniatura gdr

Per pura comodità, dato che ho fatto più versioni della stessa posa, in questa pagina viene presentato l’articolo, mentre nella pagina successiva ci sarà una specie di galleria di immagini delle altre versioni non mostrate qui.

Introduzione

Quella che andremo a vedere oggi è la miniatura del “personaggio” più temuto da ogni giocatore: la morte.

Per questo martedì ho preparato solo la posa in cui la morte punta il dito verso la prossima vittima, in tre versioni differenti: la prima con il cappuccio abbassato, che mostra tutta la testa, la seconda con su il cappuccio e una terza in cui non è assente la testa, con il cappuccio che la nasconde.

(altro…)

Continue Reading

Golem di pietra – miniatura gdr

Avviso: quella che andrò a mostrare oggi è una miniatura che ho fatto qualche tempo fa, dato che in questo momento non ho molto tempo a disposizione. Sto comunque già lavorando al prossimo lavoro.

Colgo l’occasione per avvisare che a volte, sfrutterò l’articolo del martedì per proporre alcuni miei vecchi lavori.
Inoltre, come per l’articolo di Chiara anche questo verrà diviso in più pagine, per una maggiore chiarezza.

Introduzione

Il modello di oggi è la miniatura del “Golem di pietra”, preso dal bestiario 1 di Pathfinder. Questa è una delle poche creature di taglia grande che ho fatto finora.
Dato che la creatura è umanoide, non ho avuto problemi a fare tre pose differenti: una è quella rappresentata nell’immagine del manuale, mentre le altre due elaborate da me, con armi differenti.

(altro…)

Continue Reading

Scatola portaoggetti

Questo articolo è diviso in due pagine per una maggiore chiarezza, nella prima mostro i modelli finiti, mentre nella seconda le problematiche incontrate e risolte.
Avrei voluto poter fare di più, ma ho avuto dei limiti di tempo dovuti a tutti i problemi di cui parlerò nella seconda parte. Per non saltare l’articolo settimanale, ho preferito quindi mostrare un oggetto molto semplice, anche se di grande effetto. Inoltre l’aggiunta dei video di youtube non ha aiutato, in quanto ho dovuto studiare il funzionamento dei programmi per la registrazione e montaggio video.
Un ringraziamento particolare va a Diego, che con un’idea che in molti potrebbero considerare banale (ma che in realtà non lo è) mi ha risolto il problema delle cerniere.

Introduzione


Video – Il rendering qui mostrato è quello della prima versione della scatola portaoggetti, che mostrerò nella pagina successiva. Le differenze con quella qui mostrata sono minime.

Devo ammettere che l’idea di questa scatolina portaoggetti è da un po’ che ce l’ho, e dato che mi occupo di miniature fantasy ho deciso di fare una cassa o scrigno. Durante la stesura del progetto avevo pensato a due varianti: una con il coperchio piano (quella che poi ho fatto) e una con il coperchio curvo, tipo scrigno del tesoro. Questa seconda versione trovo sia migliore in quanto ha un maggiore volume interno, ma non ho avuto il tempo di crearla, anche se spero in un futuro articolo a riguardo.
Il progetto prevedeva delle scatole dalle dimensioni di 10x5x5 e 5×2.5×2.5cm (larghezza, lunghezza e altezza) e in caso anche una via di mezzo tra le due. La versione più piccola, anche se non molto voluminosa, è stata comoda per fare i test in maniera rapida.
(altro…)

Continue Reading

Chiara – High mountain zone

Introduzione

Per questo articolo ho creato la miniatura di un solo personaggio, ma in pose differenti, che per ordine e chiarezza verranno divise in più pagine. Non conosco il php quindi non so se ci sia un metodo comodo per navigare tra le varie pagine, spero però che quello che fatto da me (su consiglio della mia Signora) sia sufficientemente comodo.
In questa pagina introduttiva mostrerò i dettagli comuni a tutte le miniature: il modello base e i colori utilizzati. Poi in ogni pagina mostrerò le singole pose. Questo perché quando ho pensato al personaggio, avevo in mente il carattere e il comportamento, ma non una posa particolare, quindi ne ho abbozzata qualcuna e alla fine ho scelto di farle tutte.
Il personaggio che mostro oggi è Chiara, dello stesso mondo di Caladrel, ed è sua sorella; fa parte della guardia cittadina e usa armi a due mani e scudi.
Detto questo, come equipaggiamento ho voluto fare un’armatura, che all’inizio sarebbe dovuta essere quasi completa, lasciando scoperte solo le gambe, ma poi ho rimosso anche la parte che copre la pancia. Non servono troppe protezioni quando si possono schivare i colpi! (e poi in caso ha lo scudo).
Come arma ho scelto una lancia, mentre come scudo uno scudo torre.
(altro…)

Continue Reading

Introduzione video youtube

Addirittura un altro post! Questa settimana sto proprio esagerando! In realtà è solo un avviso: ho iniziato a introdurre i video di presentazione per le miniature, aggiornando i relativi articoli. Per chi non avesse voglia di scorrere le pagine, li posto anche qui. Inari Van Darreth Fabbro Questo è quanto!…

Continue Reading
Close Menu