Golem di botti – miniatura gdr

Come sempre una premessa. Questa miniatura esiste da molto tempo, circa da un mesetto quando la stampante era fuori uso per una settimana, creata insieme alle mummie e ai balestrieri. È rimasta in attesa fino a quando non ho deciso di usarla come test per vedere se la stampante funzionava (perché come sempre, risolto un problema ne arriva un altro). Questa volta era colpa dell’ugello intasato che dava problemi con l’estrusione.
Comunque adesso è tutto risolto, però per riuscirci è finita che mi sono stampato un intero esercito di golem di botti.
Di questi ne ho create cinque pose, di cui due saranno il tema di oggi, mentre le rimanenti le mostrerò più avanti. I modelli esistono già, devono solamente essere stampati.

Un altro avviso riguarda il fatto che sto iniziando a fare piccoli oggettini, come portachiavi o modellini presi da Thingiverse. Per questi stavo pensando di fare degli articoli speciali oltre agli articoli del martedì. Vedrò come organizzarmi in futuro in quanto non voglio accumulare troppi lavori da mostrare.

Finito con la premessa, passiamo all’articolo vero e proprio.

Introduzione

(altro…)

Continue Reading

Mummie – mostri rpg (Versione 2)

Inizio dicendo che in questo periodo non mi sta andando molto bene con la stampante. Non so se sia colpa mia che ho troppe pretese in termini di qualità o quant’altro, ma fin troppo spesso mi sorgono dei problemi. In questo caso mi si era otturato l’estrusore cambiando bobina con quella marrone, e ammetto che è stata colpa mia per un’errata manutenzione dell’operazione. Il problema è che ho impiegato un po’ per capirlo, ben due giorni. Purtroppo questi sono semplici problemi che però se non si capiscono subito portano via molto tempo.

Altro avviso: prossimamente avrò dei nuovi pezzi per la stampante e spero di poter fare l’articolo quando le monto (cioè mai).

Detto questo andiamo a vedere la seconda parte delle mummie.

(altro…)

Continue Reading

Balestriere – miniatura gdr

Questo è uno dei modelli che ho creato nel periodo in cui la stampante non era operativa quando ho rovinato la filettatura del pezzo di giunzione dell’estrusore.
Nonostante ne abbia fatto due versioni, per questioni di tempo oggi ne vedremo solamente una, ovvero la posa in piedi.
Per le mummie restanti dovrete aspettare settimana prossima.

Introduzione

Il modello l’ho creato circa un mese fa, quando ancora ero in fissa per la balestra, quindi ho voluto fare anche i balestrieri da utilizzare come miniature per D&D. Un motivo in più è dato dal fatto che tutti gli arcieri che ho creato finora, o sono rotti o sono rovinati, quindi servono nuove unità a distanza. Inoltre, sono tutte con l’arco, nessuna con la balestra.

Come riferimento principale per il vestiario ho utilizzato questa immagine.

Dal mio storico di fiducia mi è stato consigliato di aggiungere anche uno scudo (che pare si chiamasse pavese), che utilizzavano quando ricaricavano l’arma. Infatti le balestre, per quanto possano essere pericolose sia in termini di gittata che di penetrazione, richiedevano relativamente molto tempo per essere ricaricate (circa un paio di minuti), tempo in cui i balestrieri necessitavano di una copertura per evitare di essere colpiti dalle frecce nemiche.

Nella ricerca immagini si può vedere che molti balestrieri sono anche abbastanza corazzati. Io ho scelto questo per variare un po’ dal solito, per non fare anche loro in armatura completa.

Dato che ne ho fatti tre pitturati in maniera differente, nella prima pagina mostro solo quello che fa riferimento all’immagine, mentre nella pagina seguente mostrerò le altre due varianti.

(altro…)

Continue Reading

Mummie – mostri gdr

Inizio dicendo che questo articolo mi ha lasciato con sentimenti contrastanti, il perché lo spiegherò solo alla fine.
Finalmente parliamo delle mummie! Come per altri lavori passati, dato che ho studiato diverse pose, queste verranno divise in due articoli. Inoltre, come ho già fatto in passato, prima farò un’introduzione sul modello e poi andremo a vedere le singole pose.

Introduzione

L’idea di fare le mummie non so da dove mi sia venuta, molto probabilmente erano nella mia lista dei mostri da fare, e dato che le miniatura dei mostri scarseggiano, ho iniziato a farle.
Nell’articolo vedremo che ogni posa ha ben tre varianti, non programmate, ma che ho voluto provare a fare una volta finita la prima posa.

(altro…)

Continue Reading

Sistemazione link “seguici”

Una notizia veloce, a quest'ora: ho modificato i link nella categoria follow. Dato lo scarso successo, dovuto a più fattori, ma principalmente colpa mia dato che non so usarlo a dovere, ho rimosso Twitter. In compenso abbiamo un nuovo arrivo, molto più interessante per tutti, ovvero thingiverse! Pian piano vedrò…

Continue Reading

Basette terreno – pavimento di legno

È un paio di settimane che continuo a ripetere che farò l’articolo sulle mummie, e pare proprio che aspetteranno ancora. Infatti, anche questa volta andremo a vedere tutt’altro.
Per chi mi segue su Instagram o ha letto lo scorso articolo avrà visto che ho avuto problemi con la stampante. Avevo rovinato la filettatura del blocco in alluminio che alloggia il termometro, la resistenza, e a cui vengono avvitati l’ugello e il tubo per inserire il filamento. Questo mi ha bloccato tutti i lavori, ma grazie alla mia signora che ha amazon prime, sono di nuovo operativo in così poco tempo.
Andiamo quindi a vedere l’articolo di oggi.

Introduzione

Spinto da molti lavori che vedo su Instagram, soprattutto progetti kickstarter di giochi da tavolo stampati in 3D, con oggi inauguro la creazione di basette per i terreni. In particolare, come primo lavoro ho scelto di fare del pavimento in legno, in quanto una volta imparato a fare le assi è possibile utilizzare queste conoscenze per ricreare gran parte delle strutture dell’ambiente, come pareti in legno o più in generale qualsiasi oggetto che sia fatto da assi.
L’idea è quella di creare delle basette di circa 2.5cm di lato, che possano essere posizionate per formare il terreno. Dato che capita spesso che le aree da coprire siano molto grandi, vedremo anche delle varianti più grandi, composte da due (2×1), quattro (2×2) e nove (3×3) basette, tutte unite insieme per fare un blocco più agevole da posizionare.

(altro…)

Continue Reading

Drago – miniatura gdr

Anche questa settimana propongo un lavoro che ho fatto tempo fa, ovvero il modellino dei draghi e il motivo è che ho fatto danni con la stampante. Chi mi segue su Instagram avrà visto che qualche tempo fa ho postato i rendering dei modellini delle mummie, che avrei dovuto preparare per oggi. Purtroppo, oltre a non aver calcolato bene i tempi per preparare l’articolo, ho voluto usarle come banco di prova per cambiare l’ugello della stampante, passando da quello classico dal diametro di 0.4mm a quello da 0.2mm.
Ovviamente l’ugello durante la rimozione si è rotto (devo ancora capire il procedimento per cambiarlo, anche se online lo fanno sembrare semplicissimo) e l’ugello nuovo non ha dato i risultati sperati. Quindi mi son trovato con la stampante momentaneamente fuori uso e pure senza le miniature che mi servivano.
Purtroppo pare ci siano anche da cambiare dei pezzi, in quanto ne ho rovinato le filettature e non so quando riuscirò ad essere nuovamente operativo, spero il prima possibile. Fino ad allora comunque posterò i miei lavori passati, o in caso aumenterò il tempo che intercorre tra un articolo e l’altro. Spero comunque che le riparazioni e la preparazione delle miniature richiedano meno di due settimane.

Detto questo passiamo alla miniatura del drago. Come anticipato è un vecchio lavoro, e come per il caso del golem di pietra, dato che l’ho fatto circa un anno fa con impostazioni della stampante differenti, qualcosa potrei dimenticarlo e/o sbagliarlo. Spero comunque di essere esaustivo e di non fare errori.

Introduzione

I draghi. In molte mitologie sono tra le creature più potenti, che portano distruzione e richiedono grandi sforzi per essere uccisi. Quindi come mi sarei potuto far sfuggire l’occasione di fare una tale creatura?
Dato che in quel periodo avevo appena finito di giocare a Sacred, bene o male per l’aspetto mi sono ispirato ai draghi di quel gioco, con qualche lieve differenza dato che, per quanto li apprezzassi, qualcosa non mi piaceva (tipo la bocca).
Le dimensioni le ho decise in corso d’opera. In D&D sono presenti in varie dimensioni, dalla più piccola a quella più grande, e avevo pensato a farne più versioni scalando il modello base. I primi modelli li avevo dimensionati per basette da 50 e 75mm, anche se poi quando ho visto le dimensioni del modellino, ho optato per fare solo la versione più piccola delle due.
Sempre in D&D (e quindi immagino anche nelle mitologie) i draghi sono di varie colorazioni, ma dato che creature del genere non le usiamo così spesso mi son limitato a due soli colori: il rosso e il nero.

(altro…)

Continue Reading

Balestrina

Ciao a tutti! Sono riuscito a fare l’articolo che avevo promesso la scorsa volta, ovvero la replica di una balestrina funzionante completamente stampata in 3D. Per l’occasione l’articolo sarà diviso in due parti, nella prima mostro come sono arrivato ad avere il prototipo funzionante, mentre nella seconda mostrerò la versione completa. Quindi, se non siete interessati a tutto il lavoro di prototipazione, una volta letta l’introduzione potete direttamente saltare alla pagina 2. Inoltre la prima parte sarà più discorsiva anziché divisa in paragrafi come solito.
Purtroppo per il lavoro non ho il video della modellazione in quanto è stato un progetto sviluppato come try&error. Detto questo andiamo a vedere come ho creato la balestrina!

Introduzione

Prima di parlare del mio lavoro devo ammettere che questa non è proprio una mia idea originale, nel senso che ci avevo fatto un pensierino del tipo “sarebbe bello fare una balestra funzionante”, ma effettivamente non mi sono messo a svilupparla finché su Instagram non ho visto 3dyazici51 che ne aveva fatta una piccolina funzionante.
Quando l’ho vista ho cercato di capire come fosse fatta la sua e ho riscontrato alcune cose che non mi piacevano, cose che ho voluto modificare nel mio progetto. Non per togliere nulla al suo lavoro (che trovo sia molto bello) ho notato che per tenere uniti i pezzi ha utilizzato delle viti e in un paio di casi le punte fuoriuscivano dal modello. Questa cosa mi ha fatto storcere il naso in quanto delle punte di viti sporgenti son sempre pericolose, soprattutto per un modello che si vuole portare in giro da far vedere ad amici o peggio a un pubblico generico. Inoltre a meno di non creare dei fori appositi come sede per le viti, non si ha una vera riproducibilità, in quanto le viti sono inserite “a caso”. Questo potrebbe anche creare problemi nel caso un pezzo si dovesse rompere e debba essere sostituito, in quanto sarebbe difficile reinserire una vite nello stesso punto.
Detto questo, il mio progetto doveva ovviare a questi problemi, quindi utilizzando al più dei perni in plastica.
Questo racconto ci tengo a farlo perché mostra il vero lavoro che sta dietro a ogni progetto di questo tipo. Credo che non esista nessuno che riesca a realizzare una cosa del genere al primo colpo, a meno di non averla già vista e che si limiti a ricopiarla. Con questa prima parte voglio trasmettere il messaggio di non pretendere che un progetto esca subito, qualche tentativo è sempre necessario. E come ho già detto, se vi sentiti bloccati nella risoluzione di un problema, parlatene con qualcuno.

(altro…)

Continue Reading

Grim reaper posa 2 – miniatura gdr

Ciao a tutti, dato che in questo periodo sono stato impegnato tra eventi associativi e creazioni con la stampante particolarmente lunghi (ma non troppo complessi), questa settimana mostrerò qualcosa di semplice. Prometto che se questa settimana l’articolo sarà un po’ scarno, recupererò con la prossima.
Inoltre, dopo avervi abituato a una pubblicazione costante alle 16.00, ho deciso di provare a modificare l’orario di pubblicazione spostandolo alle 18.00.
Ma andiamo a vedere il lavoro di questa settimana.

Introduzione

Oggi vedremo la seconda posa creata per il grim reaper. Dato che la creazione del modello l’ho mostrata in un articolo precedente, qui mi dedicherò solo alla messa in posa e la conseguente stampa. Anche in questo caso ho fatto tre versioni differenti, che però mostrerò tutte in una singola pagina.

(altro…)

Continue Reading

Spada portachiavi

Introduzione

Questo è uno di quei lavori che “capitano per caso”, mentre si sta facendo qualcosa e senza sapere come, ci si ritrova a fare tutta un’altra cosa.
Dopo i test con la daga, in cui la lama era composta da più pezzi, volevo provare un’arma la cui lama è fatta da un unico pezzo, quindi un pugnale o uno spadino, con la lama non più lunga di 20cm.
Durante i test avevo pensato a varie dimensioni possibili, tra cui alcune versioni da stampare in un unico pezzo. Tra queste c’erano delle spade lunghe circa 10cm, in cui ho notato che con un foro nel pomolo sarebbero potute essere perfette come portachiavi.
I portachiavi a forma di spada di cui parlerò oggi non sono altro che una versione riscalata del pugnale più grande su cui avevo iniziato a lavorare, ma che non ho mai finito.
Dato che ne ho anche fatto più versioni, con differenze minime tra l’una e l’altra, in questa prima pagina mostrerò solo la prima versione, mentre le altre le mostrerò nella pagina seguente.

Figura 1 – Il rendering della spada portachiavi che vedremo oggi

(altro…)

Continue Reading
Close Menu