Catalogo natalizio – Pacco regalo

Continuiamo con le decorazioni natalizie che potete trovare nel nostro catalogo.

Introduzione

Il modello che ho preparato per questa settimana è un pacchettino come regalo di natale, che pare aver riscosso particolare successo tra gli over 40.
L’idea non è niente di particolare, dato che appunto il pacco regalo è un’icona classica del Natale.
Anche per i colori sono rimasto sul classico, utilizzando il verde, il rosso e l’oro.

Questa è la versione definitiva, nonché l’unica effettivamente conclusa, ma quando ho iniziato a fare i progetti le idee non mancavano: una versione più grande, cava e apribile, che si potesse chiudere con dei magneti sui bordi. Di queste ne avevo pensate varie possibilità, di varie dimensioni a seconda degli usi, ad esempio poterla consegnare a mano con dentro un piccolo regalo oppure poterla appendere all’albero come decorazione, il posto perfetto in cui nascondere anelli e collanine. Alla fine però non le ho realizzate dato che non sono un grande esperto di magneti. Mi è anche stato consigliato di fare delle forme differenti (ovale, quadrate più piccole etc..) ma anche queste, per il momento non le ho ancora realizzate, anche se in futuro potrebbe succedere che le realizzerò.

Il modello 3D

Dato che la forma è quadrata, devo dire che non è stato per niente difficile, quasi banale direi.
Il modello è composto da due cubi, uno per la scatola e l’altro per il coperchio. Quest’ultimo l’ho smussato e fatto leggermente più largo, per risaltarlo, ma senza dover usare i supporti poi nella fase di stampa.

Sono poi passato ai nastri, anche questi ottenuti da dei cubi, ma modellati a forma di L e leggermente sporgenti rispetto al coperchio. Per questi ho utilizzato il modifier mirror, facendone solo uno e ottenendo l’altra metà. Infine, ne ho fatta una copia che ho ruotato di 90°, ottenendoli su tutti e 4 i lati.

Anche i nastrini sporgenti del fiocco li ho fatti in modo simile, ma hanno in più un loop (ctrl+R) al centro, in modo da poter spostare verso l’alto i vertici centrali.

Come sempre poi si arriva a quella che è la parte più complessa del modello, che in questo caso è il fiocco.

Mi ci sono voluti un paio di tentativi, ma sono riuscito a ottenere quello che volevo. Per il nodo ho utilizzato un cubo a cui ho dato la forma rettangolare, mentre per il fiocco ho usato un piano, e grazie al modifier mirror ho lavorato solamente su una metà. Il piano l’ho prima modellato a forma di goccia, usando il nodo come riferimento e, una volta soddisfatto della forma, gli ho applicato il modifier solidify per dare lo spessore. Per finire ho applicato un leggero bevel.

Nell’immagine sopra si può notare che il modello corrispondente al nodo è cavo. Questo perché mi serviva un minimo riferimento per fare il fiocco,che però non ho più richiuso, dato che non creava problemi nella fase di stampa.

Come ultima cosa ho poi aggiunto l’anello in cima.

Oltre a questa versione ne ho fatta anche una più piccola, a cui ho ridotto solo l’altezza della scatola, lasciando intoccato il resto. Questa però è solamente un modello 3D, dato che alla fine non ho provato a stamparla.

La stampa 3D

Per questa stampa i layer sono alti 0.2mm, non sono necessari né il brim né i supporti, e viene stampata senza problemi.

Rispetto alla media, con un riempimento standard, il modello è abbastanza pesante (circa 8g), ma è possibile alleggerirlo modificando la percentuale di riempimento, facendo però attenzione a non intaccare la superficie superiore del coperchio.

Come anche per gli altri casi ho utilizzato sia il filamento grigio per una prima prova che quello rosso per la versione definitiva, e devo ammettere che la seconda versione fa un gran bell’effetto.

La pittura

Come di consuetudine, quelli stampati con il filamento grigio li ho pitturati completamente con:

  • Khorne red

E

  • Verde
  • Oro

Il primo della Citadel e gli altri della Tamiya.

Per la versione con il filamento rosso glitter invece ho utilizzato gli acrilici verde e oro, lasciando parzialmente scoperti i nastri

Il risultato è eccezionale.

Con questo lavoro ho anche imparato una cosa nuova ma molto importante: i pennelli. Infatti sotto consiglio ho provato a utilizzare un pennello a testa piatta, rispetto al mio classico a testa tonda e il lavoro si è velocizzato enormemente, senza che la qualità del modello ne risentisse.

Conclusione

Come ho detto all’inizio ha riscosso molto successo tra gli over 40, mentre a me onestamente non diceva molto. Non dico che non mi piace, ma trovo che il modello che ho stampato sia abbastanza semplice e, a parte il bellissimo effetto con il filamento rosso, non sia nulla di particolare.
Sono comunque soddisfatto del risultato: il filamento rosso esalta davvero molto questi modelli, oltre alla colorazione che ho scelto, molto vivace.

Come sempre, ricordo che questi modelli sono disponibili anche nel catalogo.

Con questo è tutto, e al prossimo articolo!

Fede

Fondatore del sito e appassionato di stampa 3D. Mi piace creare principalmente miniature e ambientazioni per giochi gdr, oltre che piccoli gadget. Dal 2015 possessore di una prusa ephestus, tra un problema e l'altro stampo tutti i miei lavori.

Lascia un commento

Close Menu
shares