Darreth – miniatura gdr

Introduzione

Eccoci alla penultima miniatura dei personaggi dei miei compagni di d&d. Parliamo di Darreth l’alchimista.
Per l’aspetto ho ricevuto una descrizione abbastanza precisa: stivali neri, pantaloni marroni, un giaco di maglia che OVVIAMENTE non ha le maniche (anche se internet la pensa diversamente, ma in fin dei conti posso farlo come voglio io), una fascia alla vita e una alla testa; come arma una morning star. Il personaggio lo voleva in forma di drago.
Mi ha anche dato una moltitudine di scelte riguardo la posa, ma ho preso la prima che mi ha detto, ovvero con la mano destra che punta in avanti.

Il modello 3D

Quando ho iniziato questo lavoro ero abbastanza terrorizzato dalle cose da fare, ma il tutto il è rivelato molto più semplice di quanto mi aspettassi.
Sia per il vestiario che per le parti aggiunte ho utilizzato i modifier subdivision surface e mirror.

Figura 1 – Il modello di Darreth. Si notano ancora le imperfezioni che sono state sistemate successivamente. La testa del modello base e le mani non sono ancora state rimosse

Figura 2 – Si nota che mancano ancora le scaglie sulla coda

Come base ho usato il modello di corpo maschile, al quale ho aggiunto la testa di un drago (riscalata a dovere) e le ali di una succube, presi entrambi da modelli che avevo fatto in passato. Non ho usato le ali del drago in quanto ai tempi mi avevano creato problemi durante la fase di stampa, inoltre il mio amico mi ha detto di usare queste.
Per attaccare la testa al corpo ho anche rifatto il collo, rimuovendo quello del modello base.
Le mani le ho create come se fossero dei guanti: una parte che arriva fino a metà mano e poi le dita separate. Poi una volta sistemata la posa le ho posizionate sopra le mani del modello maschile e ho cancellato queste ultime.

Figura 3 – La mano.
Ha solamente quattro dita in quanto più grandi del normale e non c’era sufficiente spazio

La coda è una mia aggiunta personale in quanto non ho mai ricevuto una risposta riguardo la sua presenza o meno.
Passando al vestiario, per fare i pantaloni e gli stivali ho seguito il procedimento delle miniature precedenti, mentre il giaco di maglia l’ho modellato come se fosse una normale maglietta. Sebbene fosse fattibile fare gli anelli che lo compongono, sarebbero stati talmente piccoli da non essere notati una volta stampati.
La cintura infine è composta da un cubo opportunamente modellato, sempre per avere modelli solidi.

Figura 4 – In dettaglio la cintura

Dato che la testa è quella di un drago, non avevo idea di come mettergli una fascia e quindi ho evitato.

L’arma è stata la prima morning star che ho modellato e non sapevo bene come fare gli spuntoni, il risultato lo si può vedere nell’immagine sottostante.

Figura 5 – La morning star. L’arma di sinistra mostra le varie parti che la compongono

La posa è stata semplice: prima ho sistemato le braccia, e solo dopo le gambe. Poi ho sostituito le mani che ho rifatto e cancellato quelle del modello base.
Dopo aver sistemato la posa ho anche aggiunto le scaglie sulla coda.

Figura 6 – Darreth in posa. La testa e le mani del modello base sono state rimosse

Figura 7 – Sono stati aggiunti gli spuntoni sulla coda

La stampa 3D

Anche per Darreth ho impostato l’altezza dei layer a 0.1mm e ha richiesto circa 45 minuti di stampa. La miniatura è alta 35mm, incollata su una basetta da 25mm. Anche questa rientra nelle miniature scalate a 11x anziché 10x a causa della statura.

Figura 8 – La miniatura di Darreth appena tolta dal piano di stampa

Come per Van i supporti generati con Cura non sono stati sufficienti e ho dovuto aggiungere dei pezzi “dummy” come supporto per le ali, rimossi successivamente insieme al materiale in eccesso.

Figura 9 – Sulla destra,
alla base dell’ala si può vedere il pezzo “dummy”
di supporto all’ala

Purtroppo le mani non sono uscite molto dettagliate e non si notano particolarmente le dita, soprattutto le unghie che ho dovuto mettere in risalto con la pittura.

La pittura

Per pitturare questa miniatura ho usato:

  • Ceramite white
  • Abaddon black
  • Evil sunz scarlet
  • Runefang steel
  • Leadbelcher

E

  • Marrone

E una miscela

  • Ceramite white e Troll slayer orange circa 1:1

I primi della Citadel e i secondi della Tamiya.

Figura 10 – La miniatura di Darreth pitturata

Figura 11

Figura 12

Nel pitturarla ho cercato di mettere in risalto gli spuntoni e soprattutto le unghie, con una puntina di bianco. All’ala ho anche aggiunto una parte: le ali della succube sono formate completamente da membrana, mentre quelle dei draghi presentano ulteriori ossa che sostengono la membrana. In questo caso ho aggiunto solo con il colore queste parti in più.
Per l’armatura ho usato una base di Leadbelcher e speravo di riuscire a dare l’effetto degli anelli usando il Runefang steel, ma il risultato finale è un’armatura a strisce.

Con questo è tutto! Alla prossima!

Fede

Fondatore del sito e appassionato di stampa 3D. Mi piace creare principalmente miniature e ambientazioni per giochi gdr, oltre che piccoli gadget. Dal 2015 possessore di una prusa ephestus, tra un problema e l'altro stampo tutti i miei lavori.

Lascia un commento

Close Menu
shares