Muri – tempio di pietra

Introduzione

Oggi finalmente vediamo i muri del tempio di pietra, la parte più importante di questa ambientazione, in costante evoluzione per arrivare a una versa versione definitiva. I modelli che vedremo oggi, per quanto li consideri delle versioni definitive, in realtà sono solo un passaggio verso il vero sistema di attacchi definitivo, dato che per quanto questi possano essere soddisfacenti, possono ancora essere migliorate.

A differenza dell’articolo delle piastrelle, qui inizierò con il muro “scartato” e solo dopo vedremo l’ultimo che ho fatto.

Come base per i muri ho scelto di usare le piastrelle del tempio di pietra, quindi anche per questo lavoro valgono tutte le considerazioni che ho fatto riguardo gli stuzzicadenti e gli attacchi tra di loro. La prima versione dei muri utilizzano ancora i vecchi fori da 0.5cm, mentre la seconda versione ha le basette aggiornate con i fori da 1cm. Questo è successo perché li ho stampati in contemporanea con le piastrelle. Per tutti i dettagli riguardanti i fori delle basette consiglio di andare a guardare l’articolo a questo link.

In passato avevo già fatto altri muri (qui il link) e anche per questi ho seguito la mia filosofia di mettere le pareti al centro della basetta. Dopo aver fatto le stanze del tempio di pietra in questo modo posso trarre una conclusione molto importante, che non ho potuto fare fino ad ora: si guadagna dello spazio in cui mettere l’arredamento senza andare a occupare spazio utile per il movimento dei personaggi. Forse è una cosa che non si nota particolarmente nelle stanze più grandi, ma in quelle piccole (anche solo 6×4, come le stanze piccole del tempio), si nota tantissimo.

Andiamo a vedere come li ho fatti.

Muro – primo tentativo

Il modello 3D

Il muro di cui ho già parlato in passato trovo che avesse dei mattoni troppo grandi e ho quindi deciso di fare dei mattoni più piccoli. Ho scelto di usare dei mattoni con dimensioni di 0.5×0.25×0.25cm, in modo che la lunghezza fosse un sottomultiplo della basetta.

Nei miei progetti avevo intenzione di fare un foro in modo da poter appoggiare sopra altre eventuali basette per dei piani rialzati, quindi era necessario un minimo di spessore. Dato che i mattoni erano piccoli però, ho scelto di metterne due file affiancate.

Ho scelto di farlo alto 5cm perché nel gioco corrispondono a circa 3 metri, quindi approssimativamente potrebbe essere l’altezza di un piano. Inoltre con questa altezza anche le miniature più alte non rischiano di non poter passare sotto eventuali piani rialzati.

Dopo questi dettagli tecnici, vediamo la modellazione 3D.

Dopo aver posizionato la basetta, come riferimento, ho creato il primo mattone:

Sono partito da un parallelepipedo di 0.5×0.25×0.25cm, che ho modellato attraverso lo sculpt, con il pennello Scrape/Peak per smussare i bordi. Poi con il modifier array ho creato la prima fila. Ho poi copiato questa immediatamente sopra sfasata di mezzo mattone, aggiungendo altri due mattoni ai bordi. Con un altro modifier array ho quindi creato le copie di queste due file fino a ottenere l’altezza desiderata. Con il modifier boolean ho poi rimosso le parti sporgenti dei mattoni. Infine ne ho fatta una copia, affiancata per aumentare lo spessore del modello.

Come di consueto, dato che tra i mattoni sono presenti degli spazi vuoti, ho posizionato un parallelepipedo di riempimento.

In cima ho anche creato un foro, sempre con il modifier boolean, per favorire l’attacco di altre basette sopra.

Come avete visto, fare un muro non è assolutamente difficile, ed è anche un processo molto rapido. Questi muti hanno però un difetto: sono troppo alti. È una cosa di cui mi sono accorto solo dopo aver stampato tutti i muri della stanza più grande del tempio. Il fatto è che io ho sempre tenuto il modello abbastanza vicino a me mentre li posizionavo sul tavolo, ma solo poi ho pensato al fatto che i giocatori, intorno al tavolo lo vedrebbero a una distanza maggiore. Ho quindi provato ad allontanarli a circa 50-70cm e mi sono accorto che anche le miniature scomparivano dietro ai muri, cosa che non dovrebbe succedere. Questo è il motivo per cui ho scartato questa versione.

La stampa 3D

Data la semplicità del modello non c’è molto da dire. I layer sono alti 0.2mm e non ho usato né brim né supporti. Non ci sono stati problemi e sono anche riuscito a stamparne sei alla volta, tutti usciti praticamente perfetti.

Un altro problema sono i fori sulla basetta, che in questa versione sono di 0.5cm, con tutte le conseguenze che ho già discusso nel relativo articolo sulle basette.

La pittura

Come per le basette, anche i muri li ho iniziati con il filamento grigio e finiti con il filamento nero. Questi muri ho avuto la fortuna di stamparli tutti con il grigio e, dato il colore, ho preferito lasciarli non colorati.

Ho comunque provato a pitturarne qualcuno, utilizzando il Dawnstone e il Mechanicus standard grey, oltre che l’Abaddon black per i bordini della basetta. Il risultato però non mi ha entusiasmato particolarmente.

>>Pagina successiva

Fede

Fondatore del sito e appassionato di stampa 3D. Mi piace creare principalmente miniature e ambientazioni per giochi gdr, oltre che piccoli gadget. Dal 2015 possessore di una prusa ephestus, tra un problema e l'altro stampo tutti i miei lavori.

Lascia un commento

Close Menu
shares