Muro adornato con statue – tempio di pietra

Introduzione

L’ispirazione per questo lavoro probabilmente deriva da Diablo, dato che avevo ripreso a giocarci quando ho iniziato a fare il tempio di pietra. Questa parete consiste in una statua dei cultisti scolpita nel muro.

Quando l’ho fatta stavo ancora lavorando sulla prima versione dei muri, quindi come altezza ho impostato 5cm, e il foro delle basette è di 0.5cm. La basetta è sempre la piastrella del tempio di pietra.

Il modello 3D

Questo modello è il risultato di due parti differenti: la parete e la statua. Iniziamo con la prima.

La parete è composta da varie parti: un cubo che da fa fondo e che ho usato anche come riferimento per i mattoni.

Per i mattoni ho usato il modifier mirror per velocizzare il lavoro. Sono partito con due cubi, che ho modellato uno per fare una colonna verticale e l’altro per seguire l’arco in cima.
Per ognuno ho poi creato dei loop (ctrl+R), e separato i singoli mattoni (selezionando i vertici e poi premendo P). Ho poi creato le facce mancanti per chiudere i modelli e riuniti tutti nello stesso gruppo, per poi applicare bevel.

Ho aggiunto poi il dettaglio in cima con una sfera e un torus, oltre che un separatore fatto con un cubo a cui ho applicato bevel.

Per appoggiare poi la statua del cultista, sulla base ho messo un altro cubo a cui ho applicato bevel, leggermente sporgente rispetto alla parete.

Poi ho fatto la statua del cultista. Se avete già letto l’articolo sui cultisti non ci sarà niente di nuovo, dato che l’ho fatta con lo stesso procedimento.

Ho usato come riferimento il modello maschile. Per quasi tutte le parti ho utilizzato il modifier mirror. La tunica è ottenuta da un cubo, a cui ho applicato vari loop (ctrl+R) e il modifier subdivision surface per modellarlo più agilmente. Le maniche sono dei cilindri a cui ho aggiunto vari loop (ctrl+R). Le ho fatte separate dalla tunica per una maggiore comodità durante la messa in posa.
Per le mani ho seguito la solita procedura: un cubo per il palmo e un cilindro per ogni dito.
Anche le scarpe sono ottenute da dei cubi, anche questi con il modifier subdivision surface e mirror.
Infine la parte più “difficile”: il cappuccio. Questo è un cubo con il modifier subdivision surface, a cui ho creato dei bordini con dei loop (ctrl+R) che ho poi estruso verso l’esterno.

Inizialmente pensavo di mettere un teschio come volto, ma poi ho preferito evitare.

La messa in posa è stata tutt’altro che complicata, dato che nei fatti ho solamente dovuto aggiustare le braccia, e avendo usato il modifier mirror, ho potuto lavorare solamente su un solo braccio, che ho posato agilmente grazie ai loop che avevo creato in precedenza.

Il modello della statua l’ho quindi incastonato nella parete, in maniera che sporgesse solo in parte davanti e assicurandomi che non lo facesse dietro. Lo spessore del muro devo dire che mi è venuto in aiuto.

Ho poi aggiunto la basetta della piastrella del tempio di pietra come base per la stampa.

La stampa 3D

Come anche per gli altri muri ho utilizzato layer alti 0.2mm, senza brim o supporti. Non ci sono stati problemi di nessun tipo e i dettagli sono stati riprodotti in maniera adeguata.
Anche in questo caso sono riuscito a stamparne delle copie multiple tutte insieme, ben 6 alla volta, come anche gli altri muri.

La pittura

Anche se inizialmente pensavo di lasciarle grige, sembravano troppo monotone e la statua non risaltava, motivo per cui ho deciso di pitturare tutto. Ho utilizzato:

  • Dawnstone
  • Abaddon black
  • Ceramite white

e

  • Oro

Con il Dawnstone ho pitturato quasi tutte le parti in pietra, tranne il bordino divisorio e la base che non ho pitturato, lasciandole del colore del filamento. La statua l’ho pitturata completamente di nero, a parte le mani che ho fatto bianche, e sempre con il nero ho ripassato anche i bordini dei mattoni per metterli in risalto.

Ecco il lavoro completato:

Conclusioni

Questo lavoro è essenziale per dare un po’ di varietà al tempio di pietra. Una stanza grande come il tempietto con tutte le pareti uguali infatti non mi piaceva minimamente come idea, e la parete di fondo, composta solo da muri ne è la conferma.
Per queste decorazioni avevo in mente di poterle usare come trappole o eventi, che si sarebbero attivati in determinate condizioni, anche se possono essere usate semplicemente come decorazioni.

Mi sarebbe piaciuto anche fare qualche effetto maggiore, come una specie di illuminazione soffusa rossa, come se ci fosse qualche aura, ma decisamente questo tipo di colorazione al momento per me è fuori questione.

Con questo è tutto, al prossimo articolo!

Fede

Fondatore del sito e appassionato di stampa 3D. Mi piace creare principalmente miniature e ambientazioni per giochi gdr, oltre che piccoli gadget. Dal 2015 possessore di una prusa ephestus, tra un problema e l'altro stampo tutti i miei lavori.

Lascia un commento

Close Menu
shares