Panchine – tempio di pietra

Settimana scorsa abbiamo visto la miniatura di Khayla, oggi andiamo su un modello semplice semplice: le panchine del tempio di pietra. Faccio questo articolo dato che per settimana prossima ho intenzione di portare una cosa nuova che non ho mai usato prima e che ho scoperto di recente anche io. Ma non distraiamoci troppo e andiamo subito a vedere il lavoro di oggi.

Introduzione

Queste panchine sono il mio ennesimo tentativo di fare dei posti a sedere, e finalmente sono riuscito a fare qualcosa che sia bello a vedersi e della dimensione giusta. Nei miei primi tentativi di fare delle panchine ho usato come riferimento la dimensione dei quadretti del campo di gioco, facendo così dei modelli estremamente larghi. Questi tentativi precedenti però li vedremo nelle pagine successive. Questa invece l’ho creata usando come riferimenti sia le basette del campo, ma anche il modello maschile, in modo che fosse il più proporzionata possibile.

Essendo dell’ambientazione del tempio di pietra, le ho fatte in pietra e non in legno, anche se onestamente credo che l’unica cosa che cambi tra le due è il colore che si usa. Al più quelle in legno potrebbero aver bisogno delle venature per differenziarle ulteriormente, ma non credo sia un requisito essenziale.

Il modello 3D

Dato che la panchina è simmetrica, per quasi tutti i componenti ho utilizzato il modifier mirror.

Fin dall’inizio dell’articolo continuo a dire che è semplicissima, questo perché ho usato solamente dei cubi, dei cilindri e qualche torus, senza doverli modificare eccessivamente.

Il posto per sedersi, lo schienale e le gambe sono dei cubi. Queste ultime hanno richiesto un’estrusione a circa metà larghezza, alta poco più dello schienale, anche se è solamente per questioni estetiche. I poggia finiscono con un cilindro, per avere una forma arrotondata.

Allo schienale ho creato delle rientranze, facendo delle facce sulla superficie (con I) che ho poi estruso verso l’interno del modello. Ho poi aggiunto dei dettagli con sfere e torus.

Sopra di questi ho messo delle semicirconferenze, ottenute da un cilindro tagliato a metà, a cui ho fatto delle rientranze e posizionato delle sfere.

Sul lato davanti ho aggiunto altri dettagli: dei triangoli. Per questi sono partito da un cubo, e ho unito al centro tra i due, i vertici del lato che volevo togliere. Ho poi creato la rientranza.

Infine ho aggiunto altre due sfere ai lati (quelle verdi nelle immagini), schiacciate solo su una dimensione, come ulteriori adornamenti.

La prima versione che ho fatto ho notato che aveva un problema una volta stampata: la parte su cui sedersi era troppo stretta, cosa che ho risolto spostando tutti i vertici necessari, fino a ottenere la larghezza di interesse. Per assicurarmi che fosse corretta, ho pure messo a sedere il modello di riferimento.

La stampa 3D

Per la stampa ho utilizzato layer alti 0.2mm, brim e supporti. Questi ultimi erano necessari dato che la parte su cui sedersi è “sospesa”. La parte sotto come solito non è uscita granché

Dato che comunque non è una parte visibile, a meno che non venga rovesciata, direi che non è un problema.

L’aver dovuto usare tutto quel materiale di supporto comunque non mi convinceva all’inizio, ma dato che non ho trovato altri modi per stamparla, mi sono dovuto accontentare. Contro ogni aspettativa però non ha creato problemi, anzi, la sua rimozione è stata quasi istantanea per tutte le panchine che ho stampato (ben 6!), senza rompere alcuna gamba.

La pittura

Per colorare ho usato:
Citadel

  • Dawnstone

Tamiya

  • Oro
  • Grigio

Questi sono i colori delle “versioni ufficiali”, con cui le ho colorate quasi tutte. Il Dawnstone fa da base, mentre con il grigio ho fatto qualche bordino, infine i dettagli degli adornamenti con l’oro.

Altre versioni che ho provato a fare prevedevano il verde sulle sferette ai lati, pitturate con il Warpstone glow, o l’uso dello Yriel yellow al posto dell’oro.

Ecco i risultati:

E delle versioni con i colori differenti. Con le sfere verdi:

Con le decorazioni in giallo

Conclusioni

Un modellino davvero semplice ma di grande effetto che va ad arricchire l’ambiente del tempio di pietra. Anche se non si direbbe, le panchine riempiono perfettamente il tempio rendendolo più vivo, rispetto a un’immensa stanza vuota.

Dato che non hanno simboli particolari, possono essere riutilizzate eventualmente per templi cittadini o per delle piazze. Eventualmente posso sempre stamparne altre ancora e pitturarle di marrone per farle in legno, con delle lievi modifiche.

La cosa più importante però sono le aspettative che ho su questo modellino: che venga utilizzato come copertura per pararsi o nascondersi. In genere chi gioca a D&D o giochi simili, usa un campo quadrettato su cui disegna la mappa, compreso l’arredamento, se importante. Questo secondo me non rende bene l’idea e i quadretti occupati dall’arredamento vengono usati solamente come ostacoli da aggirare o da saltare (o su cui saltare in alcuni casi). Da che io ricordi, solamente i tavoli più grossi o altari particolari vengono ricordati dai giocatori per nascondersi, mentre sedie o panchine vengono abbastanza ignorate.

Con questo invece spero che ci si renda conto di quanto l’arredamento occupi spazio e di come può essere sfruttato per variare le tattiche di gioco. Incrociamo le dita e speriamo in bene.

>>Pagina successiva

Fede

Fondatore del sito e appassionato di stampa 3D. Mi piace creare principalmente miniature e ambientazioni per giochi gdr, oltre che piccoli gadget. Dal 2015 possessore di una prusa ephestus, tra un problema e l'altro stampo tutti i miei lavori.

Lascia un commento

Close Menu
shares