Space marine squadra tattica, marine armato di lanciafiamme – Miniatura stampata in 3D

Space marine squadra tattica, marine armato di lanciafiamme – Miniatura stampata in 3D

La stampa 3D

Dati gli ottimi risultati che ho ottenuto con la prima miniatura dello space marine (qui il link) ho mantenuto le stesse impostazioni per la stampa 3D, riassunte nella tabella sotto:

altezza layer 0.08mm
velocità di stampa 20-25mm/s
infill 25%
supporti si
brim si
colore filamento grigio

La bassa velocità di stampa e un elevato raffreddamento sono essenziali per evitare difetti di deposizione del materiale e deformazioni per il calore eccessivo.
Il brim in questo caso, oltre ad assicurare una buona adesione della miniatura al piatto di stampa è molto importante per il piede destro, appoggiato solo con la punta. Se la punta dovesse staccarsi la miniatura è da rifare.

Ecco lo slicing del modello 3D

screenshot di repetier host della miniatura dello space marine armato di lanciafiamme pronto per essere stampato

La miniatura stampata in 3D appena rimossa dal piano di stampa è solida, senza parti sporgenti fragili.
Ho prima rimosso i supporti con il tronchesino e poi rifinita con il cutter, rimuovendo gli effetti di stringing.

MA! Ora devo dilungarmi con questa sezione.

La nuova stampate 3D

Poco dopo aver completato questa miniatura ho comprato una stampante 3D nuova: la prusa I3 MK3S.
E indovina un po’ cos’ho usato come test per capire se la stampante funzionava bene? Esatto! Lo space marine con il lanciafiamme. Questa è stata letteralmente la seconda cosa che ho stampato in 3D con la MK3S.

Ho smanettato un po’ con lo slicer (slic3r prusa edition) e ho trovato delle impostazioni simili a quelle che ho usato con l’altra stampante. Eccole riassunte:

altezza layer 0.07mm
velocità di stampa 20-25mm/s
infill 25%
supporti si
brim si
colore filamento grigio

Lo slicer però presenta dei parametri leggermente diversi sui supporti e sul brim. Purtroppo non ho ancora preso manualità con il nuovo slicer e non so come fare screenshot, ma vedrò di risolvere il prima possibile.

A differenza del caso precedente i supporti sono in quantità maggiore, soprattutto in quel dannato spazio tra il lanciafiamme e il torso. Questa cosa mi ha dato parecchio fastidio, tanto che per mezz’ora ho giocato con le impostazioni per capire se avrei potuto toglierli, ma niente.

Appena ho rimosso la miniatura dalla stampante 3D già stavo pensando a quanto avrei dovuto faticare per togliere tutto quel materiale in eccesso… e invece non è stato così.
I supporti sono stati fatti abbastanza robusti da svolgere il loro compito, ma abbastanza fragili da poterli rimuovere con facilità. Perfino quelli presenti tra il lanciafiamme e il torso.

Ecco il confronto tra le due miniature

miniatura stampate in 3D degli space marine armati di lanciafiamme, fatti con stampanti 3D differenti, visti di fronte

miniatura stampate in 3D degli space marine armati di lanciafiamme, fatti con stampanti 3D differenti, visti da dietro

Ed ecco un dettaglio

dettaglio dello space marine con lanciafiamme stampato con la prusa I3MK3S

La qualità è ottima e non sono presenti sbavature da rimuovere, riducendo notevolmente il lavoro di post produzione.

Da questo penso sia abbastanza evidente di quanto mi ritenga soddisfatto del mio ultimo acquisto, che spero mi aiuterà notevolmente con queste miniature (e molte altre) stampate in 3D.

Ammetto che per tutte queste foto non ho rifinito bene le miniature stampate 3D, ma mi sono limitato a una rimozione dei supporti abbastanza generale, per questioni di tempo.

È il momento di passare ora alla pittura (del modello vecchio).

La pittura della miniatura stampata in 3D

Per la miniatura stampata in 3D dello space marine ho usato lo schema classico: tuta blu con dettagli in azzurro.
Per il lanciafiamme ho usato colori metallici: nero e leadbelcher, con il runefang steel sui bordi.

Il risultato non è male, ma non mi soddisfa appieno. Il lanciafiamme mi sembra un po’ sottotono e, guardando varie immagini online, credo sarebbe stato meglio farlo usando il rosso al posto del leadbelcher.

Le foto le trovi all’inizio di questo articolo, qui un dettaglio del volto.

dettaglio della miniatura stampata in 3D dello space marine armato di lanciafiamme


Se ti è piaciuto l’articolo non dimenticarti di condividerlo con tutti i tuoi amici, e lascia un commento per farmi sapere cosa ne pensi.

Fede

Fondatore del sito e appassionato di stampa 3D. Mi piace creare principalmente miniature e ambientazioni per giochi gdr, oltre che piccoli gadget. Dal 2015 possessore di una prusa ephestus, tra un problema e l'altro stampo tutti i miei lavori.

Lascia un commento

Close Menu
shares