Fontana – tempio di pietra

Questo è sicuramente il modello più elaborato del tempio di pietra e finalmente, dopo tutta questa grande attesa, vediamo come l’ho creato! Non mi ricordo di preciso da dove mi sia venuta l’idea, dato che è passato molto tempo, probabilmente da diablo, come anche altre parti di questa ambientazione. Quando…

Continue Reading

Muri – tempio di pietra

Introduzione

Oggi finalmente vediamo i muri del tempio di pietra, la parte più importante di questa ambientazione, in costante evoluzione per arrivare a una versa versione definitiva. I modelli che vedremo oggi, per quanto li consideri delle versioni definitive, in realtà sono solo un passaggio verso il vero sistema di attacchi definitivo, dato che per quanto questi possano essere soddisfacenti, possono ancora essere migliorate.

A differenza dell’articolo delle piastrelle, qui inizierò con il muro “scartato” e solo dopo vedremo l’ultimo che ho fatto.

Come base per i muri ho scelto di usare le piastrelle del tempio di pietra, quindi anche per questo lavoro valgono tutte le considerazioni che ho fatto riguardo gli stuzzicadenti e gli attacchi tra di loro. La prima versione dei muri utilizzano ancora i vecchi fori da 0.5cm, mentre la seconda versione ha le basette aggiornate con i fori da 1cm. Questo è successo perché li ho stampati in contemporanea con le piastrelle. Per tutti i dettagli riguardanti i fori delle basette consiglio di andare a guardare l’articolo a questo link.

In passato avevo già fatto altri muri (qui il link) e anche per questi ho seguito la mia filosofia di mettere le pareti al centro della basetta. Dopo aver fatto le stanze del tempio di pietra in questo modo posso trarre una conclusione molto importante, che non ho potuto fare fino ad ora: si guadagna dello spazio in cui mettere l’arredamento senza andare a occupare spazio utile per il movimento dei personaggi. Forse è una cosa che non si nota particolarmente nelle stanze più grandi, ma in quelle piccole (anche solo 6×4, come le stanze piccole del tempio), si nota tantissimo.

Andiamo a vedere come li ho fatti.

(altro…)

Continue Reading
Close Menu